LollaRace 2018


LOLLARACE 2018

 

Arrivata ormai alla decima edizione, la “LollaRace” è senza dubbio uno degli eventi più attesi di tutta l’estate sanvincenzina. Mancano pochi giorni al 25 agosto 2018, serata in cui si scatenerà il delirio a San Vincenzo, quindi abbiamo deciso di intervistare gli “artefici” di tutto questo per scoprirne un po’ di più e farci raccontare miti e leggende della Lolla.

 

-Chi siete?

Siamo un gruppo di ragazzi di San Vincenzo, nati e cresciuti praticamente insieme. Questa definizione vale in forma più stretta per noi fondatori mentre in maniera più allargata può essere vista anche per tutti i “lollaracers” che si sono aggiunti negli anni.
L’attuale gruppo di partecipanti, tra membri dello staff e membri dei team, ormai si aggira attorno al centinaio di persone e per tutti quanti il legame con San Vincenzo e con la sua estate è fortissimo.

-Com’è nata l’idea della Lolla?

Dobbiamo proprio dirlo 😁??? È nata dall’esigenza di prolungare le nostre serate di festa. In particolare cercavamo un modo per poter continuare a divertirci anche dopo la chiusura dei locali sul porto, oltre che a farci “smaltire” qualche cocktail di troppo naturalmente.

-Vi aspettavate questo risultato?

Assolutamente no, non ci aspettavamo nemmeno di riuscire a finire la prima Lolla sani e salvi (e con la fedina penale pulita)! Abbiamo capito che avevamo creato qualcosa di unico quando altri ragazzi che ci vedevano apparire all’improvviso cominciavano a seguirci e poi ad informarsi su come poter partecipare. Anno dopo anno poi il seguito è sempre andato crescendo ed il passaparola ha fatto il resto.

-Secondo voi perché ha riscontrato tanto successo?

Forse perché l’idea di partecipare ad una notte di ordinaria follia è un desiderio più diffuso di quanto si creda. A tutti serve una valvola di sfogo e la Lolla con il tempo è diventata sia una festa irriverente che l’occasione di dissacrare e dissacrarsi.

-Come vi organizzate e come fate a fare tutto “in gran segreto”?

L’organizzazione si divide in due parti, quella logistica ed amministrativa viene tenuta da qualche anno da noi fondatori, mentre quella relativa alla sfilata ed alla gara spetta di diritto al team vincitore dell’ultima edizione, un po’ come l’america’s cup di vela per capirci.
Il “gran segreto” di cui parli da quando siamo usciti allo scoperto e siamo patrocinati è limitato al tema della Lolla ed al suo percorso con prove; i primi anni invece nessuno sapeva niente fino a poche ore dal via, quando si veniva avvisato tramite sms sul luogo e l’ora di ritrovo.

-Nonostante gli ottimi riscontri ottenuti in questi anni, ci sono stati dei problemi organizzativi?

Più d’uno. Siamo tuttora banditi da determinate aree del paese e un’edizione ha seriamente rischiato di saltare a poche ore dal via, proprio a causa di questi dissidi. Sempre durante la nostra fase clandestina abbiamo ricevuto la visita di tre pattuglie dei carabinieri, tutte la solita sera, che però a posteriori posssiamo dire che hanno contribuito in maniera imprevedibile alla gara, dato che i loro posti di blocco si sono rivelati decisivi per la classifica finale.

-Ci sono stati degli episodi buffi durante le edizioni passate?

Oltre ai carabinieri? Vediamo… ricordiamo il sindaco inzuppato dai cannoni ad acqua della nave pirata di One Piece, lollaracers ritrovati la mattina seguente a dormire all’interno di una rotonda spartitraffico, team che non sono nemmeno riusciti a partire a causa di problemi, ehm, tecnici… poi sicuramente qualcosa con il tempo ci siamo dimenticati perché ogni edizione regala nuove perle.

-Cosa ci attenderà per questa 10ima edizione?

Quest’anno ci saranno un po’ di cambiamenti, gli organizzatori si sono concentrati sul poter rendere più godibile l’intera Lolla in modo da far rimanere il nostro pubblico anche oltre la parte della sfilata iniziale. In più avremo con noi a partecipare i nostri gemellati del Crazy Bob, venuti appositamente da forni di sopra in provincia di Udine per portare la loro sana follia.

-Cosa augurate alla Lolla per il futuro?

Che possa riuscire a mantenersi viva in tutti i suoi partecipanti, anche se un giorno dovesse finire. Chiunque avrà partecipato almeno una volta potrà raccontare di aver vissuto un’esperienza incredibile e portare con se una scintilla in grado di far ripartire il fuoco della Lolla in qualsiasi momento.

 

Beh, a questo punto non ci resta che invitarvi tutti il 25 agosto 2018 a San Vincenzo per trascorrere insieme una folle serata… Il divertimento è assicurato!

 

Date un’occhiata alle foto delle edizioni passate: LollaRace History


FOTO DI REPERTORIO

lollarace 2018 lollarace 2018lollarace 2018

 

Author: Giulia Toninelli

Appassionata di turismo e di promozione del territorio. Sognatrice, curiosa, social. Amo viaggiare, adoro gli animali e mi piace scattare fotografie.

Share This Post On